La donazione immobiliare: alcune informazioni.

Torniamo a parlare di mercato immobiliare con un approfondimento leggero e destinato alla donazione immobiliare. Si tratta di un argomento importante poiché ricorrere alla donazione immobiliare consente di ricevere agevolazioni non trascurabili sul fronte delle tasse: consentendoti di risparmiare.

In cosa consiste la donazione immobiliare

La donazione immobiliare consiste nel dare in modo libero a qualcuno il diritto su un immobile ma allo stesso tempo il fruitore della donazione dovrà rispettare degli obblighi nei confronti di ciò che gli è stato donato.

Si tratta di un tipo di transazione immobiliare particolare che meriterebbe i consigli di un buon agente per essere affrontata nel modo giusto. Ricordiamo in oltre che è necessario disporre di un’APE per poter eseguire qualsiasi operazione immobiliare.

Tipi di donazione

La donazione immobiliare può essere distinta in due tipologie differenti:

  • Diretta: se l’immobile è donato da una persona in vita ad un’altra persona.
  • Indiretta: se è un atto che produce gli effetti economici propri della donazione anche se non si tratta in modo effettivo (giuridicamente) di donazione vera e propria. Rientra in questa categoria l’acquisto di un immobile a favore del figlio da parte di un genitore che verserà la somma in denaro richiesta.

Approfondisci qui la donazione indiretta. http://www.tonalini.it/Testi/donazioni-indirette.htm

I costi della donazione

Per quanto il termine donazione si accosti bene a quello di gratuità, la donazione non è un atto totalmente gratuito. Vi sono infatti alcune tasse da pagare e nella fattispecie:

  1. Imposta di donazione.
  2. Imposta ipotecaria.
  3. Imposta catastale.
  4. Costi relativi alla registrazione.
  5. Costi del notaio.

Non possiamo fornire dei numeri adeguati in quanto gli importi di tali tasse variano a seconda del grado di parentela che c’è tra chi dona e chi riceve l’immobile in dono.

La presenza di testimoni

Il processo di donazione non può avvenire in presenza del solo donate e donatore ma devono essere presenti ben due testimoni che assistono alla stipula dell’atto di donazione.

Da ricordare che l’atto di donazione può essere revocato anche se quest’ultima clausola dipende dal tipo di donazione: diretta o indiretta.

Per quella indiretta trattandosi di un atto che produce gli stessi effetti ma non può essere considerato ai fini giuridici un atto di donazione, i vincoli di recesso non sono applicabili.

Casi specifici della revoca della donazione

Nella fattispecie una donazione può essere revocata per:

  • Ingratitudine del donatario che in questo caso può aver commesso gravi danni verso chi ha donato o verso il patrimonio di quest’ultimo.
  • Sopravvenienza di Figli: ovvero il donatore si accorge di aspettare figli o discendenti dopo aver effettuato la donazione.

In conclusione la donazione è un vero e proprio atto giuridico e di conseguenza il nostro consiglio è di non basarti solo sulle informazioni che leggi in rete ma di contattare un’agenzia che potrà fornirti supporto e consigli. Considerando soprattutto che si tratta di norme giuridiche che potrebbero subire dei mutamenti nel corso del tempo.

 

1 pensiero su “La donazione immobiliare: alcune informazioni.

I commenti sono chiusi.