Il marketing immobiliare è cambiato

Il marketing immobiliare è cambiato.

In Italia, rispetto ad altri paesi europei o agli USA, ha scontato qualche deficit o ritardo dovuti ad una condizione generale del mercato ancorata a categorie vetuste.

Ma il cambiamento ora è avvenuto.

Fare marketing immobiliare vuol dire creare delle differenze.

Lavorando su un prodotto che – per definizione e “terminologia” – è “immobile”. L’Home Staging ha cambiato le carte in tavola, intervenendo sulla leva Prodotto che prima non si riteneva “modificabile”.

C’è il Prezzo, oggetto di vivaci discussioni.

C’è la location, la Posizione.

C’è il settore Promotion, ossia la Comunicazione (qui alcune info sul padre del Marketing Moderno e le sue 4 scolastiche “P”: https://it.wikipedia.org/wiki/Philip_Kotler).

Che è in larga misura digitale, ai nostri tempi.

marketing immobiliare

Il Digitale che ha invaso ogni angolo recondito delle nostre vite e che è divenuto un elemento imprescindibile della pubblicità.

Il Digitale che, basandosi sul concetto di conversazione, connette persone in un modo orizzontale e verticale in un modo mai sperimentato prima.

Il marketing immobiliare dei tempi correnti mixa sapientemente istanze online e offline.

Permane un canale offline, che si basa principalmente su riviste di settore e cartellonistica/volantinaggio/presidio della zona. Ma che trae nuova linfa dal web e dalle sue propaggini.

Soprattutto, il marketing immobiliare del 2018 guarda all’utente. Come mai prima. L’utente è al centro, con i suoi desideri, le sue richieste, i suoi dubbi e i suoi sogni.

Il digitale è in grado di azzerare le distanze tra Brand e utenti: è questa una innovazione fondamentale. Democrazia digitale, liberismo cibernetico!

marketing immobiliare

I portali immobiliari, in questo scenario dinamico e fluido, hanno certamente un ruolo molto importante.

Vivoqui (www.vivoqui.it), ad esempio, si pone come esperienza e piattaforma fortemente innovativa.

Un caso di successo nel real estate, una start up con idee innovative ma che poggia le basi su un’esperienza praticamente ventennale.

Come dicevamo: occorre creare delle differenze. E Vivoqui è diversa proprio perché si pone in un modo inusitato, mai visto prima.

Nelle prossime settimane annunceremo una novità in grado di rivoluzionare totalmente il marketing delle case.

Una novità che cambierà finalmente le carte in tavola.

Portando l’utente al centro e dando all’operatore immobiliare strumenti davvero mai visti.

Stay tuned!

marketing immobiliare