Realtà virtuale per l’immobiliare: l’esperienza di Fuorisalone

La realtà virtuale per l’immobiliare è sempre meno utopia e sempre più strumento: oggi parliamo dell’esperienza che verrà sviluppata nel corso di Fuorisalone Milano.

Domani si terrà infatti l’evento inaugurale di “VR for RE”, un’esperienza davvero unica per provare fisicamente il funzionamento della realtà virtuale in ambito immobiliare all’interno di una vecchia fabbrica in fase di ricondizionamento, sita in Via Massimiano 21-23 a Milano (Officina BR).

Esperienza che si splitterà quindi per la settimana del Fuorisalone.

Il progetto è condotto da AmbiensVR (https://www.ambiensvr.com/it/), dinamica startup romana focalizzata sull’utilizzo del VR per architettura, design e immobiliare, insieme con Best Rent.

L’evento si terrà in concomitanza con la fiera del design di Milano dal 17 al 22 Aprile nell’ambito (come accennato) del Fuorisalone di Ventura – Lambrate: verrà presentato un progetto VR sviluppato con le più innovative tecnologie all’interno della stessa Officina per consentire in modo diretto e coinvolgente al pubblico di viverne la trasformazione e camminare all’interno del futuro in un mix perfetto di sviluppo tra elementi di arredo ed idee.

Una volta tolti i visori VR, si tornerà allo stato attuale dell’immobile dove l’unica relazione col progetto consisterà nelle distanze degli spazi.

La realtà virtuale cambierà definitivamente il mercato immobiliare (ne avevamo parlato anche qui: http://www.vivoqui.it/magazine/mercato-immobiliare/il-marketing-immobiliare-sbarca-sulla-realta-virtuale/).

Secondo Statista, un portale made in USA specializzato in analisi di mercato, il mercato della realtà virtuale toccherà la cifra di 40 miliardi di dollari nel 2020.

Parliamo davvero di un cambio di paradigma paragonabile all’introduzione di internet negli anni ’90. Un paradigma che ha modificato profondamente le nostre stesse esistenze.

Per la realtà virtuale è solo questione di tempo.

In questo caso il successo andrà agli agenti immobiliari che per primi si attiveranno e coglieranno l’opportunità.

Perché il VR è in grado davvero di semplificare un’operazione complessa come quella della vendita di una casa.

Tantissimi i vantaggi del VR in ambito enterprise:

  • Coinvolgimento: il VR modifica totalmente la percezione dello spazio progettato, trasformando una visualizzazione passiva in un’esperienza attiva in cui il cliente diventa protagonista;
  • Vendita immediata: la realtà virtuale è perfetta per aiutare i clienti a comprendere le loro necessità e a far loro considerare la possibilità di fare nuovi acquisti;
  • Risparmio: il VR permette di condividere i progetti semplicemente con un link. Sarà possibile condividere un lavoro VR anche con un messaggio su Whatsapp.