Formazione ed aggiornamento nel mondo immobiliare: chi si ferma è perduto

Formazione ed aggiornamento nel mondo immobiliare: chi si ferma è perduto. Se vuoi vincere sul mercato devi progettare un percorso formativo continuo (e non azioni-spot), non vivere i corsi come un “male necessario” ma frequentarli con partecipazione totale, scegliendo mentor e formatori giusti e soprattutto mettendo in pratica quanto appreso.

Uno dei migliori investimenti che potete fare, per la vostra crescita come agenti immobiliari, è quello in formazione. Usciamo dalla logica che la formazione serva solo per passare l’esame e prendere il patentino: niente di più sbagliato! Il tipo di formazione a cui dobbiamo guardare è quella continua, quella che ci accompagna lungo tutto l’arco della nostra carriera.

 

I vantaggi della formazione

Chi si forma non si ferma e gode di vantaggi indubbi:

  • aggiornamento continuo sulle tematiche legislative, tecnologiche, tecniche e di marketing;
  • vantaggio competitivo sulla concorrenza;
  • maggiori performance e fatturati incrementali;
  • miglior servizio fornito al cliente;
  • maggiore soddisfazione

La soddisfazione nello svolgere il proprio lavoro è un potente antidoto a qualsiasi crisi, economica, finanziaria o di nervi.

 

Formazione continua

Dobbiamo investire un budget costante per la nostra formazione, prevedendo corsi durante l’anno, sia come singoli imprenditori o agenti sia come membri di un’organizzazione (team building).

La formazione continua è un realtà (ed anche un obbligo) per moltissime figure professionali: pensiamo ai medici, agli architetti, ai giornalisti..?

Perché non dovrebbe essere lo stesso anche per noi agenti immobiliari? In fondo le tematiche che ci riguardano (leggi, tecnologie, tecnica…) cambiano continuamente e fisiologicamente non possiamo stare al passo con tutto senza un aiuto esterno, da parte di un formatore o di un consulente.

 

Non fate i turisti della formazione

Secondo le statistiche, solo il 5% degli agenti immobiliari partecipanti ad un corso avrà un beneficio profondo da quel momento formativo. Il 20% porterà a casa qualche concetto utile e il 75% sarà come se non avesse mai partecipato.

Solo una piccola parte dei partecipanti trasforma gli input e le nozioni imparate in azioni concrete. In atteggiamenti che concorrono a cambiare il proprio profilo operativo.

Non fate i turisti della formazione!

Non vivete i corsi con un “male necessario”. Sono gli strumenti del vostro riscatto e della vostra crescita.

Fare un corso è solo il punto di partenza. Quello che si impara e si acquisisce va messo in pratica, va testato sul campo! Fate simulazioni, giochi di ruolo, mettetevi alla prova. E poi domandate, chiedete conferme, verificate e “misurate” i vostri passi avanti.

 

Formazione = allenamento

Fare formazione è equivalente all’allenamento che gli sportivi devono giocoforza fare per restare competitivi ed essere al massimo durante la gara.

La vostra gara è l’appuntamento di vendita o di acquisizione, una telefonata, un incontro. Se non vi allenate e mettete alla prova, come pensate di performare al massimo?

Dovrete prendere la formazione come qualcosa di serio, determinante per la vostra crescita. Altrimenti andrete incontro a sonore e dolorose sconfitte.

 

Scegli i corsi giusti

Progettare un percorso formativo personale o aziendale non è così scontato. Bisogna sempre partire dall’analisi dei gap iniziali, ossia dagli elementi e concetti che ci mancano. Le cose in cui siamo meno bravi e capaci. Facciamoci aiutare da un bravo consulente e progettiamo con lui la nostra riscossa.

Impariamo dai più esperti, che prima di noi hanno commesso errori e hanno capito come evitarli. Ascoltiamo le storie e le esperienze degli altri agenti immobiliari e sviluppiamo un’attitudine giusta, pronta al cambiamento. Un’attitudine e curiosa e positiva.

1 pensiero su “Formazione ed aggiornamento nel mondo immobiliare: chi si ferma è perduto

I commenti sono chiusi.